Venezia deve guardare in faccia i disabili

Le strutture provvisorie, costose, e a volte pericolose, per rendere accessibile qualche ponte non bastano. Serve un piano serio e organico VENEZIA – Ottomilaseicentottanta gradini: se anche fossero in media solo venti per ciascuno dei 434 ponti storici di Venezia tutti gli scalini veneziani messi insieme sarebbero quasi il doppio della leggendaria scalinata della Calà del Sasso che dal XIV secolo collega con 4.444 gradini la frazione Sasso di Asiago al comune di Valstagna, nella valle del Canale di Brenta, con un dislivello di circa 800 metri in cinque chilometri.…

Favicon of sociale.corriere.it da : sociale.corriere.it

Prosegui la lettura...

Sclerosi Multipla News

Potrebbe interessarti anche

Argomenti correlati

Pubblicità

Pubblicità