In cella perché coltiva cannabis per curarsi

ROMA – C’era anche lui nel 2013, quando Rita Bernardini, con un’azione di disobbedienza civile, piantò semi di canapa a Montecitorio. Ora è rinchiuso nel carcere di Chieti, da 50 giorni, accusato di aver coltivato alcune piantine di cannabis. Solo che Fabrizio Pellegrini, 47 anni, lo ha fatto non per piacere o lucro, ma perché è affetto da fibromialgia, malattia che gli provoca dolori lancinanti. La cannabis di Stato, prevista per motivi terapeutici, non è mai arrivata. Al suo posto, la galera. Il primo a dargli solidarietà, commovente, è stato…

Favicon of sociale.corriere.it da : sociale.corriere.it

Prosegui la lettura...

Sclerosi Multipla News

Potrebbe interessarti anche

Argomenti correlati

Pubblicità

Pubblicità