Confermata l’efficacia della cura precoce con interferone nel ritardare la conversione della Sindrome Clinicamente Isolata in sclerosi multipla clinicamente confermata

Uno studio, che ha seguito per cinque anni casi di Sindrome Clinicamente Isolata, ha confermato che la somministrazione sottocutanea di interferone beta-1a tre volte alla settimana prolunga il tempo di conversione in sclerosi multipla clinicamente confermata. La somministrazione precoce di terapie per la sclerosi multipla, in persone che presentino un primo episodio di segni e di sintomi attribuibili a fenomeni di demielinizzazione dei nervi, ha dimostrato di ritardare la conversione di tali quadri in forme di sclerosi multipla clinicamente confermata. Un gruppo internazionale di ricercatori ha confrontato l’efficacia di un…

Favicon of www.fondazioneserono.org da : www.fondazioneserono.org

Prosegui la lettura...

Sclerosi Multipla News

Potrebbe interessarti anche

Argomenti correlati

Pubblicità

Pubblicità