Cladribina, ridotto tasso di recidive mantenuto dopo conversione a SM clinicamente definita

In un’analisi esplorativa del periodo di mantenimento in aperto del trial ORACLE-MS, sono stati studiati gli effetti del trattamento con compresse di cladribina in pazienti convertiti a sclerosi multipla clinicamente definita in accordo ai criteri di Poser (CDMS) e successivamente trattati con interferone (IFN) beta-1a. Il punto di valutazione del tasso annualizzato di recidiva (ARR) è risultato inferiore nei pazienti originariamente randomizzati a cladribina 3,5/mg/kg rispetto al placebo. È uno dei risultati più significativi di un poster presentato ad Amsterdam durante il 3° Congresso dell’European Academy of Neurology.Inoltre, l’incidenza di…

Favicon of www.pharmastar.it da : www.pharmastar.it

Prosegui la lettura...

Sclerosi Multipla News

Potrebbe interessarti anche

Argomenti correlati

Pubblicità

Pubblicità