Un sonno di bassa qualità porterebbe ad un maggiore rischio di recidive nei pazienti SM

Cari lettori, scusate l’assenza di questi ultimi giorni. Un amico, Gianluca, ha portato alla mia attenzione un recente studio sulla relazione tra i disturbi del sonno e il rischio di ricadute nei pazienti con Sclerosi Multipla e oggi volevo approfondire l’argomento. A Marzo, in occasione della Giornata Mondiale del Sonno, si è detto che un sonno disturbato è spesso presente nelle patologie neurologiche  come, per esempio, nel 70-90% dei pazienti con malattia di Parkinson, nel 80-90% dei pazienti con malattia di Alzheimer, e nel 50-60% dei pazienti con SM. Il…

Favicon of flipout4ms.com da : flipout4ms.com

Prosegui la lettura...

Sclerosi Multipla News

Potrebbe interessarti anche

Argomenti correlati

Pubblicità

Pubblicità