Sclerosi multipla secondariamente progressiva, siponimod in fase 3 rallenta il decorso

Siponimod riduce in modo significativo il rischio di progressione confermata della disabilità (CDP) in pazienti con sclerosi multipla secondariamente progressiva (SPMS) avanzata. È quanto evidenziato dai risultati di un trial randomizzato presentato ad Amsterdam, nel corso del Congresso 2017 della European Academy of Neurology (EAN).«Siponimod è un modulatore selettivo del recettore S1P in grado di impedire l'uscita dei linfociti dai linfonodi» ha ricordato Patrick Vermersh, del Dipartimento di Neurologia dell’Università di Lille (Francia). Il farmaco, aggiunto, passa attraverso la barriera ematoencefalica (BEE) e può avere effetti sul sistema nervoso centrale.Siponimod,…

Favicon of www.pharmastar.it da : www.pharmastar.it

Prosegui la lettura...

Sclerosi Multipla News

Potrebbe interessarti anche

Argomenti correlati

Pubblicità

Pubblicità