Sclerosi multipla, dagli effetti del dimetilfumarato sui leucociti i biomarcatori dei responders ottimali

Un cambiamento pro-tollerogenico nel profilo dei leucociti del sangue si associa a una risposta ottimale al dimetilfumarato (DMF) nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM). È quanto emerge da uno studio, pubblicato online sul «Multiple Sclerosis Journal», volto a definire il preciso meccanismo di azione del trattamento con DMF nella SM.Mentre l’efficacia di DMF è stata ampiamente verificata con due ampi trial internazionali di fase III in doppio cieco della durata di 2 anni, DEFINE e CONFIRM, e dalla loro estensione in doppio cieco, ENDORSE, spiegano gli autori, guidati da…

Favicon of www.pharmastar.it da : www.pharmastar.it

Prosegui la lettura...

Sclerosi Multipla News

Potrebbe interessarti anche

Argomenti correlati

Pubblicità

Pubblicità